Amnesty: a due anni da esodo rohingya, ancora nessuno paga

Red

Roma, 22 ago. (askanews) - Domenica 25 agosto ricorre il secondo anniversario dell'avvio delle operazioni militari dell'esercito di Myanmar nello stato di Rakhine, che costrinsero oltre 740.000 uomini, donne e bambini rohingya a lasciare le loro città e i loro villaggi. La campagna militare fu caratterizzata da atrocità tali che un'indagine delle Nazioni Unite ha parlato di crimini contro l'umanità e di possibile genocidio.

Nonostante le condanne internazionali e l'adozione di una risoluzione da parte del Consiglio Onu dei diritti umani, i generali che ordinarono gli attacchi contro i rohingya sono ancora al loro posto.(Segue)