Amnesty: in Egitto brutalità verso i difensori dei diritti umani -5-

Red/Mos

Roma, 15 ott. (askanews) - Il pubblico ministero ha disposto la detenzione per 15 giorni per Esraa Abdelfattah, sotto indagine per "collaborazione con un gruppo terroristico nel raggiungimento dei suoi obiettivi", "diffusione di notizie false" e "uso improprio dei social media" nell'ambito dell'inchiesta che coinvolge anche altri difensori dei diritti umani come l'avvocata Mahienour el-Massry, il politico Khalid Dawoud e il professore di scienze politiche Hassan Nefea. Come loro, Esraa Abdelfattah è stata interrogata sul suo attivismo politico. Il pubblico ministero non ha presentato alcuna prova contro di lei a parte il fascicolo aperto dall'inchiesta dell'Agenzia per la sicurezza nazionale, fascicolo a cui né lei né i suoi avvocati hanno potuto avere accesso.

Amnesty International crede che queste accuse siano completamente infondate e siano dovute solamente dall'esercizio pacifico dei suoi diritti di associazione, espressione e partecipazione alla vita pubblica.(Segue)