Amnesty International cita in giudizio polizia frontiera Olanda -4-

Mgi

Roma, 26 feb. (askanews) - Prima di ricorrere in tribunale, i due privati cittadini avevano presentato denuncia alla Rnm e al difensore civico ma senza ottenere risultati.

I ricorrenti chiedono ora al giudice di tracciare una linea e vietare allo stato di consentire alla Rnm di usare l'etnia tra i criteri sulla base dei quali prendere decisioni e tra i profili generali di rischio.

La profilazione etnica o razziale delle comunità immigrate o delle minoranze è diffusa in Europa e negli Usa, anche nei controlli sull'immigrazione. Vi sono state molte denunce ai tribunali riguardo a fermi di polizia discriminatori. Il caso dei Paesi Bassi è però particolare, nel senso che sfida una politica di governo e una legislazione che autorizzano l'uso dell'etnia come criterio per fermare e controllare persone alla frontiera.

Il verdetto del tribunale olandese sarà importante, a livello europeo e globale, dato che riguarda i controlli di persone che si muovono attraverso il territorio dell'Europa e i ricorrenti stanno invocando diritti fondamentali riconosciuti a livello europeo.