Amnesty ricorda uccisione Politkovskaya: nessuno dimenticherà -5-

Red/Mos

Roma, 7 ott. (askanews) - I suoi articoli sono stati una calamita di minacce, anche di morte. La reporter fu addirittura vittima di un sequestro, nel 2001, ad opera di alcuni soldati russi (gettata in una buca è stata spaventata con una finta esecuzione).

Ma l'episodio piu' noto è il tentativo di avvelenamento con un tè che le servirono a bordo di un aereo, durante il viaggio verso l'Ossezia del Nord, per seguire l'assedio alla scuola di Beslan, dove combattenti armati stavano sequestrando centinaia di persone per chiedere il ritiro dell'esercito russo dalla Cecenia.