Amorim Cork Italia, azioni innovative di work-life balance

webinfo@adnkronos.com

Dopo aver ottenuto traguardi e riconoscimenti nel suo settore, il sughero, il 2019 di Amorim Cork Italia, iniziato con il conseguimento della certificazione Family Audit, è all’insegna dell'attenzione alle risorse umane. L'obiettivo del percorso avviato è di potenziare la conciliazione tra vita personale e lavorativa, per cui sono state implementate alcune importanti azioni innovative di work-life balance. Le prime misure hanno riguardato la flessibilità dell’orario di entrata e uscita in azienda: i dipendenti Amorim Cork Italia (che ha sede in Veneto) devono garantire le 8 ore di buon lavoro nel corso della giornata; allo stesso tempo, possono gestire da sé gli orari, così che, ad esempio, un piccolo ritardo o un’uscita anticipata per motivi personali, per il traffico o altro, possa essere recuperato nel corso della giornata al meglio delle loro possibilità.  

In secondo luogo, è stata attivata la 'banca ore': un modo per venire incontro alle esigenze aziendali, che ciclicamente richiedono periodi di maggior impegno lavorativo, in cui le ore di straordinario richieste vanno ad aggiungersi ai permessi maturati e vengono restituite sotto forma di ferie in momenti più tranquilli. Ulteriore iniziativa è quella dell''home working', che prevede la possibilità di gestire improvvisi impegni famigliari o generali imprevisti con lavoro svolto fuori dall’abituale sede lavorativa, dotati di opportuna strumentazione tecnologica aziendale, in un’ottica di fiducia reciproca e con una valutazione del lavoro a progetto.  

A tutto ciò si è aggiunta di recente la convenzione con il Centro di Medicina, prestigioso riferimento del Triveneto, che ha permesso ad Amorim Cork Italia di attivare una serie di misure in termini di welfare sanitario, come due pacchetti di check up gratuiti ogni anno per i dipendenti, con focus sulla sensibilizzazione alle misure preventive in ambito medico. Inoltre, sono previste analisi del sangue gratuite per i dipendenti e una scontistica per i parenti, che intendono usufruire dei molteplici servizi per i controlli personali.  

L’accordo è stato inaugurato da una serata di divulgazione scientifica dedicata ai dipendenti dell’azienda e tenuta da due autorevoli professionisti sanitari operanti anche al Centro: Antonio Sacchetta, direttore di Medicina generale presso l’Ospedale San Camillo di Treviso, e Sonja Cukon Buttignoni, specialista in Cardiologia, che hanno promosso in maniera accattivante le giuste attenzioni per mantenere uno stile di vita sano.  

Afferma a tal proposito Carlos Veloso dos Santos, amministratore delegato di Amorim Cork Italia: “Quello dell’attenzione alle risorse umane è un percorso attivo in Amorim da tempo: siamo, infatti, una delle prime aziende in Veneto ad usufruire di metodi innovativi e iniziative loro dedicate. Questo perché, se oggi siamo un’azienda leader nel nostro settore, lo dobbiamo alla qualità dei nostri collaboratori e, da manager, avverto l’impellente necessità di promuovere e proteggere il loro talento. Per questo, in Amorim, concentriamo una grande parte della nostra strategia al miglioramento continuo delle relazioni tra azienda e persone e questo accordo diventa così parte integrante del nostro percorso di sviluppo sostenibile”.  

A coronare le iniziative, si è tenuta anche la prima edizione del Family Day: Amorim Cork Italia ha aperto le porte alle famiglie dei dipendenti per far conoscere da vicino l’ambiente di lavoro, luogo dove affiatamento e impegno trovano quotidiana armonia. Il futuro dell’azienda ora prevede che, sebbene ci sia tempo tre anni, già da questo 2019 siano implementati tutti e quattordici i progetti previsti dal piano proposto in sede di Family Audit.