Update privacy choices
Notizie

Astori, commozione a Coverciano alla camera ardente. Lo stadio Franchi diventa un 'muro del pianto'

LaPresse

Astori, commozione a Coverciano alla camera ardente. Lo stadio Franchi diventa un 'muro del pianto'

Firenze, il ricordo di Davide Astori

La maglia viola numero 13 appoggiata sopra la bara posta al centro della palestra del Centro tecnico di Coverciano. Il lento viavai di persone, tifosi, sportivi, compagni di squadra e dirigenti della Fiorentina, in lacrime hanno salutato per l'ultima volta Davide Astori, il capitano viola trovato morto nella sua camera da letto dell'albergo 'La' di Moret' di Udine nella notte tra sabato e domenica (domenica pomeriggio era in programma la partita di campionato).

L'auto che trasportava il feretro con la salma del capitano della Fiorentina Davide Astori ha varcato i cancelli del Centro tecnico federale di Coverciano dove è stata allestita la camera ardente. Ci sono tutti i giocatori della Fiorentina, i tecnici, il club manager Giancarlo Antognoni e i dirigenti. Anche l'ex capitano Manuel Pasqual, ora all'Empoli, il presidente onorario della Fiorentina Andrea Della Valle, accolto con un applauso dai tifosi viola in fila per rendere l'ultimo saluto al capitano. Ed è atteso a Firenze anche Diego Della Valle che, insieme al fratello Andrea, partecipa giovedì alle 10 alle esequie solenni nella Basilica di Santa Croce a Firenze.

Prima dell'apertura dei cancelli al pubblico era arrivata a Coverciano una delegazione della squadra per porgere le condoglianze ai familiari di Astori. Un commosso saluto alla salma è stato quello dello staff del Centro tecnico federale dove Astori era di casa quando veniva in ritiro con la Nazionale. Alle 16.30, i cancelli sono stati aperti al pubblico. Silenzio e commozione hanno riempito la palestra del centro tecnico federale della Nazionale di calcio. In tanti i fiorentini in precessione (tra cui il presentatore televisivo Carlo Conti) fino al feretro che si sono commossi davanti a quella maglia viola col numero tredici che nessuno, per decisione della Fiorentina e del Cagliari, indosserà più.

 

Tra i tanti personaggi del mondo del calcio, anche l'ex arbitro Collina, l'ex attaccante della Fiorentina e della Nazionale Ciccio Graziani e l'ex capitano Manuel Pasqual, ora all'Empoli. Presente il capitano della Roma (squadra in cui Astori ha giocato) Daniele De Rossi, che si è soffermato in raccoglimento davanti al feretro. È arrivata anche una delegazione del Torino, composta dal direttore generale Antonio Comi e dai giocatori Andrea Belotti, Adem Ljaic, Lorenzo De Silvestri e Salvatore Sirigu.

Anche il sindaco di Firenze Dario Nardella, accompagnato dall'assessore allo Sport del Comune di Firenze Andrea Vannucci, si è fermato in raccoglimento davanti al feretro.

Astori probabilmente è morto nel sonno a causa di una 

"bradiaritmia"

, un naturale rallentamento del battito cardiaco, come ha confermato l'autopsia svolta all'ospedale di Udine dal medico legale Carlo Moreschi e da Giacomo Thiene, considerato un luminare a livello mondiale nelle patologia cardiache degli sportivi.

Dalla conferenza stampa della vigilia del match di Europa League tra Lazio e Dinamo Kiev, Ciro Immobile ha detto: "Ha sconvolto tutti, anche i ragazzi che non lo conoscevano: è una tragedia incredibile. Da parte di tutta la squadra voglio mandare un abbraccio alla famiglia, siamo vicini a loro. Lo conoscevo bene Davide, come persona, era sempre disponibile ed umile - ha aggiunto l'attaccante biancoceleste - La sua scomparsa ci ha toccati nel profondo".

Reazioni

Cosa leggere in seguito