Update privacy choices
Notizie

Dal mare un messaggio in bottiglia del 1886

MTT
Yahoo Notizie
Un messaggio inviato da una nave tedesca, la Paula, salpata da Cardiff e diretta in quel periodo a Makassar, in Indonesia. (Credits – Western Australian Museum)

Un messaggio in bottiglia. Qualcosa di romantico, di antico. Qualcosa che negli ultimi decenni fanno solo i bambini e i ragazzini che hanno letto i romanzi d’avventura, d’amore e di pirati. Un messaggio in bottiglia, qualcosa di antico, di un tempo che non c’è più.

Qualcosa d’antico, ma che è apparso oggi, nel 2018, e che è stato trovato da una famiglia di Perth durante una passeggiata sulla spiaggia. Proprio come nell’immaginario collettivo, ecco che sulla sabbia dorata appare una bottiglia con un foglio al suo interno. Una bottiglia rimasta immersa nelle acque dell’oceano per ben 132 anni.

Il foglio all’interno, infatti, porta la data del 12 giugno 1886 ed è il più antico messaggio in bottiglia mai ritrovato, infatti finora, il il tempo più ampio trascorso tra il lancio e il ritrovamento di un messaggio in una bottiglia era di 108 anni. Un messaggio inviato da una nave tedesca, la Paula, salpata da Cardiff e diretta a Makassar, in Indonesia.

“Una ricerca d’archivio in Germania ha trovato il Giornale di bordo originale della nave Paula, nel quale c’è una nota del 12 giugno 1886 scritta dal capitano che registra il fatto che una bottiglia era stata gettata in mare, alla deriva. La data e le coordinate corrispondono esattamente a quelle sul messaggio della bottiglia”, ha affermato il dottor Ross Anderson, del Western Australian Museum.

Una scoperta incredibile per la famiglia Illman, la quale inizialmente non aveva capito cosa fosse quella bottiglia sulla sabbia. Aveva una forma strana, che li ha attirati, ma solo successivamente si sono resi conto che all’interno c’era un foglio, bagnato. Portato a casa, gli Illman hanno messo il reperto in forno, per asciugarlo. “Quando lo abbiamo srotolato, ho visto un messaggio scritto a mano con una grafia minuta su un modello prestampato. Chiedeva al lettore di contattare il consolato tedesco” raccontano.

Reazioni

Cosa leggere in seguito