L'ex alleato di Putin Chubais è ricoverato in rianimazione: si teme avvelenamento

Anatoly Chubais, special representative of Russian President for relations with international organizations to achieve sustainable development goals, attends a session of the St. Petersburg International Economic Forum (SPIEF) in Saint Petersburg, Russia, June 3, 2021. REUTERS/Evgenia Novozhenina
Anatoly Chubais, special representative of Russian President for relations with international organizations to achieve sustainable development goals, attends a session of the St. Petersburg International Economic Forum (SPIEF) in Saint Petersburg, Russia, June 3, 2021. REUTERS/Evgenia Novozhenina

L'ex alleato di Vladimir Putin, nonché fedelissimo dello zar, Anatoly Chubais è stato ricoverato in rianimazione in Sardegna dopo aver accusato un malore mentre si trovava in un resort in Costa Smeralda. L'uomo, 67 anni, non è in pericolo di vita ma si teme per l'avvelenamento.

Malore per Chubais, come sta

Secondo quanto riferito da La Repubblica, Chubais si trova ricoverato in rianimazione dopo aver accusato un malore. A svelare cosa è successo all'economista russo è stata l’agenzia Tass citando come fonte la presentatrice tv Ksenia Sobchak, che ha detto di avere avuto la notizia dalla moglie di Chubais, Avdotya Smirnova.

Secondo quanto riferito da Sobchak, figlia dell’ex sindaco di San Pietroburgo Anatoly Sobchak, Chubais si sarebbe sentito male improvvisamente, accusando debolezza alle braccia e alle gambe. Per le modalità, c'è chi pensa che si possa trattare di avvelenamento.

Tra i primi ad appoggiare questa ipotesi c'è Kira Yarmysh, l'addetto stampa dell'attivista anti-corruzione Aleksei Navalny, ha scritto su Twitter che "Questa è la reputazione del Cremlino: nessuno dubita davvero che Chubais sia stato avvelenato".

VIDEO - Vladimir Putin: l’agente segreto che è diventato presidente della Russia

Chi è Anatoly Chubais

Per anni braccio destro del presidente russo, Chubais è considerato uno degli uomini più fedeli di Putin. Ma negli ultimi mesi i rapporti tra i due si sarebbero incrinati a causa dello scoppio della guerra n Ucraina. Chubais, contrario al conflitto, ha infatti deciso di lasciare Mosca a marzo, vagando per l'Europa e arrivando anche in Italia.

Molto conosciuto in Russia, avendo ricoperto incarichi di alto profilo sin dall'inizio degli anni '90, quando supervisionò gli sforzi di privatizzazione sotto il presidente Boris Eltsin, Chubais fa notizia in Russia e le voci sul suo avvelenamento hanno lasciato tutti stupiti.

LEGGI ANCHE - Putin esulta: perché il missile ipersonico Tsirkon deve farci tremare

I casi di avvelenamento

L'ipotesi di avvelenamento è sempre una delle più battute quando degli oppositori del Cremlino subiscono malori o, nei casi più al limite, vengono trovati deceduti. Per esempio l'ex presidente ucraino Yushchenko ne è rimasto sfigurato (diossina che gli provocò una patologia alla pelle), l'ex spia Litvinenko è morta, così come Sergei Skripal e sua figlia Yulia.

Uno degli ultimi casi più eclatanti è stato quello di Navalny, che è sopravvissuto al tentativo di avvelenamento ma ha pagato cara la sua opposizione a Putin con la galera.

LEGGI ANCHE - Russia testa missile ipersonico, cos'è e cosa è in grado di fare

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli