Ance, Bernini (Fi): governo ascolti il suo grido d'allarme

Tor

Roma, 30 ott. (askanews) -"Il durissimo atto d'accusa del presidente dell'Ance Buia deve scuotere la politica, e soprattutto le maggioranze di governo che si sono succedute negli ultimi anni, messe di fronte alle loro gravissime responsabilità: lo Stato deve ancora pagare alle imprese del settore costruzioni otto miliardi di debiti, che sono costati all'Italia ben due procedure d'infrazione europee. La lista delle opere bloccate, arrivata allo stratosferico numero di 749, è inoltre il disastroso bilancio dell'equazione grillina secondo cui dietro ogni opera si nasconde il partito del malaffare. La burocrazia e l'inefficienza della giustizia completano questo quadro desolante, con un codice degli appalti farraginoso che rallenta un settore cruciale per il rilancio dell'Azienda Italia. Per questo il governo deve aprire subito il tavolo di crisi chiesto stamani dall'Ance". Lo ha dichiarato Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia.