Ance, Cattaneo (Fi): ascolto grido allarme priorità nazionale

Tor

Roma, 30 ott. (askanews) - "È prioritario dare voce al grido che proviene dai costruttori edili oggi riuniti all'Assemblea Nazionale Ance: "non riusciamo più a produrre ricchezza, lasciateci lavorare". Un settore in difficoltà che chiede che venga ristabilito un rapporto virtuoso tra Stato e cittadino; che venga semplificato il Codice degli Appalti così da creare un regolamento unico dedicato ai lavori pubblici; che vengano saldati i debiti che lo Stato ha nei confronti delle imprese per un valore di circa 8 miliardi di euro; che venga valorizzato un principio di interesse pubblico come la rigenerazione urbana. In poche parole: dopo quattro governi in tre anni i problemi sono quelli di sempre. O la politica si fa interprete di questo disagio crescente dando risposte efficaci in tempi rapidi o vedremo ancora sfumare risorse, opportunità, investimenti". Lo dichiara Alessandro Cattaneo, deputato di Forza Italia.