Ance Veneto: la burocrazia è un macigno per le imprese -2-

Bnz

Venezia, 5 nov. (askanews) - "Questo ha creato il mostro della burocrazia che poi genera casi come quello di Ca' delle Alzaie di Treviso, della piscina di Selvazzano o della Torre Donà a Rovigo che raccontano gli effetti della complessità delle norme. Ance Veneto non intende fare polemiche, ma vuole essere interlocutore serio ed affidabile per risolvere la situazione. Non possiamo, però, denunciare un problema che non è solo delle imprese edili, ma che coinvolge anche la pubblica amministrazione, i sindacati, i lavori e l'intera comunità. Non è più un'opzione, ma una necessità mettere mano ad una burocrazia dannosa che crea problemi a tutti".

"La gestione dei processi amministrativi da parte della pubblica amministrazione - conclude il presidente Ghiotti - dovrebbe concentrarsi sull'esecuzione rapida delle procedure per dare risposte alle imprese che vogliono investire ed alle esigenze dei privati e non perdersi in sterili battibecchi interni tra uffici che generano un allungamento dei tempi rischiando di far scappare appunto chi vuole investire creando un danno all'intero sistema".