Anche Australia e Canada richiedono un tampone negativo per i cinesi in entrata

Anche Australia e Canada richiedono un tampone negativo per i cinesi in entrata

Australia e Canada sono gli ultimi Paesi in ordine di tempo a richiedere un test Covid negativo per le persone che arrivano dalla Cina.

A cavallo del fine settimana, Francia e Spagna hanno iniziato a controllare gli sbarchi dalla vasta Nazione asiatica, in preda a un'ondata di nuovi contagi.

L'Australia afferma che sono necessarie misure per tracciare possibili varianti.

"Quello che sappiamo in Europa e Nord America - dice Mark Butler, ministro della Salute australiano - e in gran parte del mondo è che ci sono nuove varianti che emergono regolarmente, ma sono essenzialmente sottovarianti della famiglia Omicron, che gli australiani hanno tragicamente conosciuto molto bene negli ultimi 12 mesi.

È davvero il fattore chiave delle ondate in tutto il mondo e, francamente, sembra essere il fattore chiave dell'ondata in corso in Cina in questo momento",

Andy Wong/Copyright 2022 The AP. All rights reserved
AP Photo - Andy Wong/Copyright 2022 The AP. All rights reserved

In tutto il mondo, già 12 Paesi hanno annunciato misure anti-Covid sui viaggiatori cinesi dalla riesplosione dei contagi: ciò ha fatto seguito all'improvviso cambio di rotta di Pechino in merito alla politica zero-Covid.

L'epidemia ha avuto un impatto anche sui viaggi interni in Cina: Macao, fulcro del gioco d'azzardo, è normalmente molto affollato in questo periodo dell'anno, ma sinora il numero di visitatori è notevolmente inferiore a quello che le imprese turistiche auspicavano.