Anche il leader di Italia Viva contrario al coprifuoco

·2 minuto per la lettura
coprifuoco renzi
coprifuoco renzi

Prosegue il dibattito politico relativo al coprifuoco notturno, con il leader di Italia Viva Matteo Renzi che si aggiunge al coro di coloro che ritengono senza senso una misura di questo tipo per prevenire la diffusione del coronavirus. Nella sua newsletter, il senatore ha infatti auspicato una sua imminente eliminazione o perlomeno uno spostamento di una o due ore avanti in modo da permettere ai cittadini di uscire di casa la sera.

Coprifuoco, Renzi: “Eliminarlo o posticiparlo”

Sulla questione del coprifuoco, Renzi si pone dunque sullo stesso piano del presidente dell’Emilia-Romagna Bonaccini, che recentemente ha dichiarato di aver sperato fino all’ultimo in un suo slittamento alle 23: “Io la penso come Stefano Bonaccini: è ovvio che vada rivisto il coprifuoco delle 22. Lo sanno tutti e privatamente lo dicono tutti: così non ha senso. Dunque, nei prossimi giorni il coprifuoco andrà tolto o l’orario prolungato.

Intervistato da SgyTg24 la scorsa settimana in occasione dell’annuncio delle nuove riaperture, Stefano Bonaccini aveva dichiarato: Il ‘coprifuoco’ è alle 22? Avrei preferito le 23. Ma se le cose vanno bene, nelle prossime settimane ci potrà essere una parziale revisione di queste regole. […] Bisogna essere responsabili per evitare ricadute visto che siamo comunque dentro la pandemia”.

Coprifuoco, Renzi: “Errore regalare battaglia a Salvini”

Allo stesso tempo, il leader di Italia Viva ha dichiarato che sarebbe un grave errore regalare una battaglia come quella del coprifuoco alla destra di Matteo Salvini: “Regalare questa battaglia a Salvini, a mio giudizio, è un errore politico di quelle forze di maggioranza che, sognando, immaginano un Papeete 2. Pensano, cioè, che – provocandolo sul coprifuoco – Salvini cada nel tranello e reagisca d’impulso, uscendo dalla maggioranza. Ma Salvini non ci pensa neppure, la lezione dell’estate 2019 gli è bastata e avanzata.

Coprifuoco, anche Renzi contrario

È di queste ultime ore infatti la petizione lanciata dal segretario della Lega per l’abolizione del coprifuoco alle 22. Una presa di posizione che arriva dopo che i ministri del Carroccio si erano astenuti nel corso del Consiglio dei Ministri che ha approvato l’ultimo decreto Covid del governo, suscitando non poche critiche anche da parte del premier Mario Draghi. Lo stesso Salvini ha infatti affermato: “Da dentro [il governo ndr] cancelleremo il coprifuoco, questo è l’impegno che mi sono preso”. Nel frattempo, nella giornata del 27 aprile sarà votato in Parlamento un ordine del giorno di Fratelli d’Italia che chiede proprio l’abolizione del coprifuoco alle 22.