Anche la Francia lotta contro i femminicidi: 115 da inizio 2019

Parigi, 19 nov. (askanews) - Dall'inizio del 2019 in Francia, 115 donne sono state uccise dal loro partner o dai loro ex, secondo un conteggio dell'agenzia France Presse. In Italia - secondo il rapporto Eures "Femminicidio e violenza di genere in italia" - sono stati 94, nei primi 10 mesi dell'anno.

Mentre i deputati francesi e le organizzazioni si preparano a presentare proposte contro la violenza domestica, la lotta contro gli omicidi di genere va avanti. La direttrice generale della Federazione nazionale per la solidarietà alle donne (Fédération Nationale Solidarité Femmes, FNSF), Francoise Brié:

"Ci troviamo in un sistema patriarcale, di dominazione, che è radicato nella cultura, la questione della violenza contro le donne permea la società e ovviamente la questione del femminicidio è il tipo di violenza più estrema nel sistema, in questo contesto di stereotipi sessisti e disuguaglianze tra donne e uomini".

Il papà di Julie Douib, Lucien Douib, uccisa dal suo ex, denuncia:

"É la stessa storia tutte le volte, lo stesso percorso, non capisco... Sono passati 8 mesi da quando Julie è stata uccisa e ancora sentiamo la stessa storia, la stessa. Vanno dalla polizia, non vengono ascoltate. La situazione peggiora, non sappiamo più cosa fare per far cambiare qualcosa", ha sottolineato, chiedendo di fare in fretta.

Karine Lejeune, comandante della Gendarmeria nel dipartimento di Essone:

"Abbiamo fatto molto lavoro negli anni per proteggere le vittime, è stata una necessità, è stato un obbligo. Forse possiamo andare oltre e un certo numero di misure su cui si sta lavorando o sono state annunciate come proposte contro la violenza domestica vanno in questo senso, come il braccialetto elettronico per l'allontanamento" che viene dato alle vittime.