Anche le vetrine a Milano ricordano il 4 novembre

·1 minuto per la lettura
featured 1535050
featured 1535050

Milano, 4 nov. (askanews) – L’inno d’Italia e il sole di una giornata di festa. In occasione della giornata dell Unità Nazionale e delle Forze Armate, un momento molto toccante in Piazza del Duomo a Milano. Si ricorda l’armistizio nella Prima Guerra Mondiale ovvero il giorno in cui l’Impero Austroungarico si arrese all’Italia, ed è una data particolarmente sentita in città, che coincide anche con un santo importante sul calendario meneghino: San Carlo Borromeo.

Alla cerimonia hanno presenziato il prefetto Renato Saccone e le principali autorità civili e militari della Lombardia.

Ma oltre ai volti dell’ufficialità, c’è il sentimento e la commozione delle persone a 100 anni dalla sepoltura del Milite Ignoto presso l’Altare della Patria, a Roma. Salvatrice, venuta in Piazza del Duomo per assistere alla cerimonia. Che cosa è per lei il 4 novembre?

“È una data che tengo sempre nella memoria per via del nonno che è morto nel ’17” dice. “E quindi io partecipo sempre”, aggiunge.

E anche Milano è quella di sempre, capitale dello shopping e meta ambita per i turisti. Ma per alcuni negozi la data è importante e così hanno allestito le proprie vetrine nel segno del ricordo. Dalla Sartoria Rossi in Piazza del Duomo alla Libreria del mare in via Broletto, sino a via dell’Orso alla Galleria dell’800. Tutte nel segno del tricolore.

Servizio di Cristina Giuliano

Montaggio e immagini askanews

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli