Anche i pigri possono perdere peso: ecco la dieta senza sforzi

Dieta per i pigri: poco sforzo per grandi risultati

Mancano poco più di due mesi al Natale e se state pensando anche voi che durante le feste di fine anno vi ritroverete con almeno un paio di chili in più, questo è il momento giusto per correre ai ripari, ma se siete poco motivati e di andare in palestra non se ne parla proprio, come fare per dimagrire? Esiste una vera e propria dieta per i pigri, fatta di trucchetti alla portata di tutti che non contempla bilance per pesare gli alimenti o contare le calorie, ma si basa su semplici accorgimenti che promettono di far risparmiare parecchio in termini di apporto calorico.

LEGGI ANCHE: >> Perde 13 kg in 2 mesi con quest'altro trucchetto: bastano 5 minuti al giorno

Fondamentale è comprendere a pieno i segnali che ci invia il nostro corpo: molto spesso, infatti, tendiamo a mangiare anche se abbiamo sete, dunque bere un paio di bicchieri di acqua prima del pranzo o della cena aiuta a farci ingerire tra le 75 e le 90 calorie in meno a pasto. Dal Giappone (ATTENZIONE, IL SUSHI È PEGGIO DELLA PIZZA), inoltre, arriva un trucchetto semplicissimo per non mangiare più del necessario. Basta fermarsi quando ci si sente sazi all’80%: il nostro corpo impiega circa 30 minuti prima di registrare i segnali legati al senso di sazietà, dunque prima di ordinare il dolce, aspettate una mezz’oretta. Così facendo si introducono circa 300 calorie in meno… Non poco, vero? Leggi anche: >> VUOI DIMAGRIRE VELOCEMENTE? MANGIA PASTA A COLAZIONE

Dieta per i pigri, i trucchetti che in pochi conoscono per dimagrire

Un altro consiglio che si è rivelato utile per i più pigri, secondo uno studio dell'American Council on Exercise, è quello di vestirsi comodi e casual: i tacchi alti, i pantaloni stretti o la cravatta, infatti, limitano i movimenti e diminuiscono la nostra propensione a fare attività fisica. Si calcola che chi veste casual fa quasi 500 passi in più di chi si agghinda di tutto punto. Leggi anche: >> SPOGLIATI SUBITO UNA VOLTA TORNATO A CASA DAL LAVORO, ECCO COSA RISCHI ALTRIMENTI Un’altra accortezza riguarda gli orari dello spuntino: partendo dal fatto che due merende sono più che sufficienti, si consiglia di mangiare a metà mattinata piuttosto che nel pomeriggio per avere più chance di smaltire le calorie nell’arco della giornata. Inoltre, mai mangiare troppo tardi e poi andare subito a dormire. A proposito di sonnellini, è scientificamente provato che un sonno di almeno 8 ore aiuta il fisico a smaltire anche lo stress, che è tra le cause principali dell’aumento di peso (SAI QUANTE CALORIE BRUCIAMO LA NOTTE? LA CIFRA CHE NON TI ASPETTERESTI MAI) senza contare che non dormire abbastanza influenza anche la nostra percezione della fame. Vi invitiamo inoltre a regalarvi un piccolo premio – magari un pezzetto di cioccolato – ma solo quando è il momento giusto: mangiare “pensando” assaporando ogni piacevole sensazione migliora il metabolismo. Infine, per accelerare il metabolismo è bene inserire un po’ di peperoncino nei nostri piatti, favorire cereali e legumi e fare incetta di ananas, pompelmo e fragole. Foto@Kikapress