Anci, Ibarra: "Così Engineering lavora con enti locali per innovazione e crescita"

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 23 nov. (Adnkronos) – "Come ogni anno l’Assemblea ANCI ha rappresentato un’occasione importante per mettere intorno allo stesso tavolo Istituzioni, imprese, enti locali, così da avviare un confronto sul futuro dell’Italia, soprattutto oggi che le incredibili risorse messe in campo dal PNRR rappresentano un volano per fare in modo che Transizione Digitale e Transizione Green diventino le due leve strategiche per rendere il nostro Paese sempre più moderno, sostenibile e inclusivo". Lo ha sottolineato Maximo Ibarra, CEO & General Manager di Engineering, nel suo intervento alla XXXIX Assemblea Nazionale Anci a Bergamo, ricordando come – grazie a una presenza capillare sul territorio con 39 sedi nelle 20 Regioni italiane – il Gruppo collabora con oltre 1000 Comuni italiani in progetti di smart cities che permettono agli Enti di diventare sempre più tecnologici, resilienti, sostenibili e inclusivi.

Sottolineando come "la digitalizzazione, oltre a generare efficienza, semplificazione e resilienza, deve innescare una nuova fase di crescita, sviluppo e benessere per cittadini e comunità" Ibarra ha evidenziato come "gli Enti locali sono in prima linea nella realizzazione dei processi di transizione digitale che stanno rivoluzionando ogni aspetto della nostra vita attraverso servizi che mettono al centro le esigenze delle persone".

"Da Nord a Sud – ha spiegato – il nostro Gruppo abilita soluzioni con cui migliorare la mobilità cittadina, con benefici importanti nella lotta all’inquinamento; ottimizzare le risorse energetiche, con vantaggi concreti sulle bollette; abbattere gli sprechi idrici e quindi i problemi legati alla siccità; combattere l’evasione fiscale, creando condizioni di maggiore equità sociale; sviluppare soluzioni di cyber resilienza a presidio dei dati dei cittadini". "Tutti progetti portati avanti con la convinzione che creando sinergie virtuose tra imprese e amministrazioni si può trasformare l’innovazione tecnologica nella migliore occasione non solo per risolvere i problemi attuali, ma anche per abilitare strategie di crescita in grado di generare vantaggi reali per il territorio e la comunità” ha concluso Ibarra.