Ancma: da 24 febbraio sensibile riduzione spostamenti su due ruote

Asa

Milano, 14 mar. (askanews) - Dal 24 febbraio all'11 marzo, data dell'emanazione del dpcm che che ha reso l'intero territorio italiano zona protetta per contrastare il Coronavirus, c'è stata una sensibile riduzione degli spostamenti con le due ruote a livello nazionale. Lo evidenzia Ancma (associazione nazionale ciclo motociclo ed accessori) e socio unico di Eicma (esposizione internazionale ciclo e motociclo ed accessori), basandosi sui dati forniti dalla scatole nere di moto.app, di cui è partner, installate su oltre 100 mila veicoli.

Con questo strumento l'associazione ha potuto monitorare e verificare la sensibile diminuzione dell'uso e quindi anche la grande attenzione e responsabilità che i possessori di due ruote hanno messo in pratica dall'emissione del dpcm dell'11 marzo 2020. I dati si riferiscono al 77% agli scooter e il rimanente 23% alle moto.

Da lunedì 24 febbraio 2020 in cui circolavano il 34,18% dei mezzi del campione si è passati al 18,06% del giorno 12 marzo 2020. Nello stesso periodo i chilometi percorsi in media sono scesi da 22,1 a 15,7. I grafici indicano la percentuale dei veicoli circolanti, i chilometri percorsi medi e l'indice di utilizzo del veicolo.