Ancora fuoco e fiamme in molti paesi europei

Ancora una giornata di fuoco e fiamme per molti paesi europei. In Grecia la situazione più difficile si riscontra alla periferia di Atene, dove le fiamme, alimentate da venti forti, stanno distruggendo ettari di vegetazione. Sul campo sono impegnati una ottantina di vigili del fuoco, 22 autopompe e dieci aerei.

Resta drammatica la situazione nel dipartimento francese della Gironda, dove sono finiti in cenere più di 2000 ettari di bosco e decine di migliaia di residenti sono stati costretti a lasciare le proprie case. Il fuoco ha distruitto anche dei campeggi e delle infrastrutture turistiche, mettendo fine alle vacanze di molti.

Matthieu Jomain, capo della comunicazione dei pompieri, spiega che ci vorranno anni prima che le località attaccate dagli incendi, che definisce uno scenario di desolazione, possano tornare alla vita. Altri incendi fuori controllo si registrano attorno a Bordeaux, Qui secondo i vigili del fuoco, alcuni focolai sarebbero di origine dolosa.

In Spagna la lotta contro il fuoco si svolge su piu fronti, in Galizia e sulla Costa del Sol, dove la situazione è stata riportata sotto controllo. Secondo gli esperti tuttavia il pericolo non è ancora scongiurato.

Una momentanea tregua dovuta all'abbassamento delle temperature si registra in Portogallo. Per le previsioni meteo tuttavia si tratta di una breve pausa, in attesa di un ritorno di temperature piu torride.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli