Ancora guai per il boss di Roma Nord, Salvatore Nicitra -2-

Nav

Roma, 11 feb. (askanews) - E' una ordinanza di poco più 200 pagine quella che inchioda alle sue responsabilità Salvatore Nicitra e altri del suo clan. E' un provvedimento frutto di oltre due anni di lavoro investigativo dei carabinieri del comando provinciale della Capitale. Quello individuato è uno "strutturato sodalizio criminale" - si spiega - che vede nell'ex boss della "Banda della Magliana" come "promotore e organizzatore" di una banda specializzata nel gioco d'azzardo on-line e nelle estorsioni ai concorrenti. Accanto a Nicitra i "più stretti e fedeli sodali", tra i quali Rosario Zarbo, Francesco Inguanta e Antonio Dattolo.

Secondo gli inquirenti Nicitra "attraverso la sua organizzazione criminale" aveva assunto il controllo - con modalità illecite - di parte del mercato della distribuzione e gestione delle apparecchiature per il gioco d'azzardo in ogni sua forma (slot machine, videolottery, giochi e scommesse on.line, ect) con particolare riferimento ai quartieri ubicati nel quadrante Nord.

L'associazione a delinquere disvelata aveva conseguito - si sottolinea - mediante modalità mafiose, la gestione ed il controllo di attività economiche nel settore del gioco d'azzardo, vero e proprio core business del sodalizio, destinando parte degli introiti all'usura e recuperando, attraverso metodi estorsivi, i crediti derivanti da tale attività.(Segue)