Ancora possibile via a nuova Commissione Ue il primo dicembre

Loc

Bruxelles, 6 nov. (askanews) - E' ancora possibile che la nuova Commissione europea di Ursula von der Leyen entri in funzione il primo dicembre, come previsto dopo la decisione di rinviare di un mese l'inizio del suo mandato per attendere la sostituzione dei tre commissari designati bocciati dal Parlamento europeo. Perché questo avvenga, devono potersi svolgere all'Europarlamento nelle prossime tre settimane lo "screening" sui possibili conflitti d'interesse e le audizioni di conferma dei nuovi candidati, e il voto di fiducia della Plenaria di Strasburgo all'intera Commissione. E' quanto risulta da un tentativo di calendarizzazione reso noto da fonti europarlamentari oggi a Bruxelles.

Resta comunque l'incognita legata alla situazione inedita della proroga della Brexit. Di norma, Londra dovrebbe presentare un candidato britannico per la nuova Commissione, che, ora è ormai certo, entrerà in funzione prima dell'uscita del Regno Unito dall'Ue. La presidente eletta, von der Leyen, oggi ha sollecitato per iscritto il premier britannico Boris Johnson a presentare al più presto uno o più candidati. Ma si continua a parlare anche di possibili soluzioni alternative (come una decisione unanime degli ambasciatori dei Ventotto che certifichi che Londra può rinunciare alla nomina) per evitare di ritardare ulteriormente il processo. (Segue)