Hanno fatto esplodere una bomba davanti a un centro anziani di Foggia

Ancora un attentato dinamitardo a Foggia, dove un ordigno rudimentale è stato fatto esplodere all'alba di oggi in via Acquaviva davanti alla sede del "Il Sorriso di Stefano", un centro polivalente per anziani. La bomba ha danneggiato l'ingresso a piano terra della struttura e ad alcune auto parcheggiate nella zona. Sul posto sono giunte squadre dei Vigili del fuoco e agenti della polizia.

Il centro polivalente fa capo alla società cooperativa "Sanità Più", dove il responsabile delle Risorse Umane è Cristian Vigilante, stesso manager preso di mira la notte del 3 gennaio scorso quando un ordigno è stato fatto esplodere sotto la sua automobile in via d'Aragona, in zona Villaggio Artigiani.

Inoltre l'ordigno di oggi è stato piazzato a poche ore dalla visita a Foggia del Commissario straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative Antiracket ed Antiusura, il prefetto Annapaola Porzio.