Andrea Camilleri morto, Matteo Salvini: “Addio a un narratore instancabile”

matteo salvini andrea camilleri morto

Addio ad Andrea Camilleri, papà di Montalbano e narratore instancabile della sua Sicilia“. Lo ha scritto Matteo Salvini che, tramite Twitter, ha omaggiato lo scrittore Andrea Camilleri, morto all’età di 93 anni. Ma il vicepremier è stato coperto di insulti. In molti, infatti, hanno criticato l’intervento di Salvini, con cui Camilleri si è più volte scontrato. Tra gli ultimi episodi si ricorda quello in cui l’autore del celebre commissario ha dichiarato: “Salvini con il rosario mi dà il vomito”.

Salvini ricorda Andrea Camilleri morto

I rapporti tra Matteo Salvini e Andrea Camilleri, morto all’età di 93 anni, erano tutt’altro che idilliaci. La citazione, subito diventata celebre, “Salvini con il rosario mi dà il vomito” è stata pronunciata durante un’intervista rilasciata a Radio Capital. Non si era fatta attendere la risposta del ministro, che aveva invitato l’autore a “scrivere che ti passa“.

Ricordando questo e altri episodi, numerosi utenti hanno invitato Salvini a non spendere parole positive per lo scrittore solo dopo la scomparsa. “Non hai avuto rispetto di lui da vivo, dovresti solo vergognarti di onorarlo da morto”, scrive qualcuno. Gli fa eco chi dice: “Lo hai infamato e ora lo lodi… chi semina vento raccoglie tempesta. Era meglio non scrivere niente, neanche Giuda è stato così falso”.