Andrea Crisanti contro Mario Draghi

·1 minuto per la lettura
Andrea Crisanti
Andrea Crisanti

Andrea Crisanti si è schierato contro Mario Draghi, dichiarando a Otto e Mezzo la politica sanitaria del Green pass ha fallito, in quanto non è una misura di sanità pubblica.

Andrea Crisanti contro Mario Draghi a Otto e mezzo

Andrea Crisanti ha commentato con grande durezza il discorso di Mario Draghi, mentre era in collegamento con Lilli Gruber a Otto e mezzo. Il medico, che è stato al centro delle polemiche per la canzone natalizia pro vax cantanta con i colleghi, ha spiegato cosa si dovrebbe fare per riuscire ad arginare l’aumento dei contagi che, con il bollettino del 22 dicembre.

Andrea Crisanti contro Mario Draghi: “Cosa gli avrei domandato”

Se fossi stato a Palazzo Chigi avrei chiesto che fine ha fatto l’immunità di gregge con la quale hanno veramente confuso gli italiani fino a pochi mesi fa. E poi gli avrei chiesto se questo Green pass impostato in questa maniera funziona o meno. Questi 36mila casi sono la dimostrazione lampante che la politica sanitaria incentrata sul Green pass ha fallito, perché il Green pass non è una misura di sanità pubblica e i vaccini da soli non bastano” ha dichiarato il medico, specificando alcuni errori che secondo lui ha commesso il premier.

Andrea Crisanti contro Mario Draghi: cosa bisogna fare

Andrea Crisanti ha spiegato cosa bisogna fare per evitare questo continuo aumento di contagi. “Se vogliamo evitare il lockdown c’è solo una cosa da fare: metterci per due, tre settimane tutti quanti le mascherine FFP2 nei trasporti pubblici, nei locali, nel cinema, nei ristoranti e rivedere le capienze delle discoteche. E ancora non abbiamo visto l’impatto della Omicron, perché in Italia è ancora tutta Delta” ha dichiarato il medico. Lilli Gruber gli ha chiesto se è il caso di tornare allo smart working e lui ha risposto di si. “Lo smart working, il vaccino, il distanziamento abbattono tutti l’indice di trasmissione. La cosa che più funziona per abbatterlo è la mascherina FFP2, in questo momento c’è poco altro da fare” ha aggiunto Crisanti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli