Andrea Zelletta cambia musica: «Vorrei che la gente si concentrasse sull’ascolto, non sull’estetica»

Andrea Zelletta torna alla musica con ‘Lovin’ at the Speed of Light’ che arriva dopo la traccia clubbing ‘We Can Be Anything’. “Mi sono trovato in studio con il mio team e c’era anche Shady che stava registrando – racconta il dj e producer, reduce dall’esperienza del ‘Grande Fratello Vip’ – Mi ha subito colpito per la sua voce, così ho lanciato l’idea di farle cantare il singolo; da lì è nata la collaborazione”. “‘Lovin’ at the Speed of Light’ è anche un po’ il desiderio di poter tornare alla normalità – ci dice ancora Zelletta, che nei suoni ha virato verso Anni Ottanta/Novanta – Sono felice dei riscontri positivi: mi piacerebbe guadagnarmi rispetto nell’ambito musicale che richiede costanza”. Infine ecco il motivo dell’assenza del videoclip: “Più che puntare all’aspetto visivo vorrei che la gente si concentrasse sulla musica. Ho fatto lavori che hanno puntato molto sull’immagine, adesso mi piacerebbe abituare il mio pubblico al senso dell’udito”. Intervista a cura di Paola M. Farina

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli