Angelina affetta dalla paralisi di Bell dopo la rottura con Brad

Fabrizio Arnhold
La paralisi di Bell è una sindrome che si manifesta per un danno ai nervi del volto e che causa la perdita di tono, una vera e propria caduta della faccia. (Getty)

Dopo il divorzio da Brad Pitt ad Angelina Jolie è letteralmente caduta la faccia. L’attrice ha concesso una lunga intervista alla versione internazionale di Vanity Fair, in cui ha confessato di essere stata affetta dalla paralisi di Bell. Dopo dodici mesi turbolenti che hanno seguito il divorzio da Brad Pitt, Jolie ha affrontato e sconfitto la patologia che provoca la “caduta” di parte della faccia.

La paralisi di Bell è una sindrome che si manifesta per un danno ai nervi del volto e che causa la perdita di tono, una vera e propria caduta della faccia. “Alcune volte le donne mettono loro stesse all’ultimo posto in famiglia – ha detto l’attrice, che ha compiuto 42 anni lo scorso 4 giugno – fino a che ciò si ripercuote sulla loro stessa salute”. Angelina Jolie si era sottoposta anche a una doppia mastectomia nel 2013 per abbassare il rischio di sviluppare cancro al seno. Anche per la paralisi di Bell, l’attrice è riuscita a combattere la patologia, facendo ricorso all’agopuntura. Lo stress emotivo, che in un primo momento aveva ricondotto alla menopausa, le aveva anche provocato un’insorgenza maggiore di capelli bianchi.

Dopo il divorzio da Brad Pitt ad Angelina Jolie è letteralmente caduta la faccia.

Nella stessa intervista le è stato chiesto anche dell’attuale rapporto con l’ex marito, ma senza successo. Nella recente visita in Cambogia per la presentazione del film “First They Killed My Father”, Jolie ha dichiarato commossa: “Saremo sempre una famiglia”. A Vanity Fair ha detto: “Ci prendiamo cura l’uno dell’altro e della nostra famiglia ed entrambi stiamo lavorando per lo stesso obiettivo”.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità