Angelina Jolie è favorevole alle armi: ecco perché

(KIKA) - Negli Stati Uniti d'America il Secondo Emendamento garantisce il diritto di possedere armi, un tema che però è molto dibattuto soprattutto dopo stragi come quella avvenuta a Las Vegas, che ha causato 59 morti.

Nonostante Barack Obama abbia tentato in tutti i modi, durante il suo mandato, di regolare al meglio la vendita di armi, ci sono molte star che, pur dichiarandosi democratiche, non lo hanno appoggiato.

Vince Vaughn qualche anno fa ha motivato la sua posizione affermando che "le stragi sono sempre capitate in luoghi dove non erano ammesse armi e che perciò permetterebbe il possesso di pistole anche in luoghi pubblici e non solo in casa". "Ognuno ha il diritto di avere un'arma - aveva detto Bruce Willis - Se togli le armi dalle mani della brava gente, finiranno per possederle solo i criminali".

Brad Pitt tempo fa ha raccontato di essere cresciuto con le pistole in casa. Secondo lui, infatti, la cultura delle armi "è inestricabile nella cultura americana”. Non la pensa diversamente la ex moglie, Angelina Jolie, che non ha mai negato di possedere una pistola in casa: in un'intervista di qualche anno aveva anche precisato che non avrebbe avuto problemi a sparare a chiunque si fosse intrufolato in casa sua mettendo in pericolo i suoi cari.

Sono dei veri ammiratori delle armi Steven Spielberg, che secondo indiscrezioni avrebbe un vero e proprio arsenale in casa, e Sean Penn, che ne avrebbe ben 65 organizzate in un'unica scultura.

Whoopi Goldberg ha dichiarato invece di essere membro della National Rifle Association, associazione che si batte per i diritti dei possessori di armi.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità