Angola, hacker Rui Pinto confessa: "responsabile dei Luanda Leaks" -2-

Coa

Roma, 27 gen. (askanews) - Rui Pinto, hanno riferito i legali in una nota, "desiderava così promuovere la comprensione di operazioni complesse condotte con la complicità di banche e avvocati che non solo impoveriscono la popolazione e lo Stato dell'Angola, ma hanno anche probabilmente danneggiato gravemente l'interesse generale in Portogallo",in cui Isabel dos Santos ha beni significativi.

L'hacker portoghese è attualmente in stato di detenzione preventiva in Portogallo, in attesa di processo per tentata estorsione e crimini informatici legati ai "Football Leaks" organizzati dalla fine del 2015.

Queste rivelazioni avevano messo in luce meccanismi di evasione fiscale, sospetti di frode e corruzione, coinvolgendo diversi club europei e giocatori di spicco.