Anlaids Lazio organizza "Arte&Aids" per raccolta fondi lotta Hiv

Red/Cro

Roma, 15 mag. (askanews) - Promuovere la prevenzione e sensibilizzare l'opinione pubblica, in particolare i più giovani, ad avere una maggiore consapevolezza sui rischi da contagio del virus Hiv. Sono questi gli obiettivi della campagna di raccolta fondi "Arte&Aids" a cura di Anlaids Lazio, presentata oggi all'Accademia di Belle Arti di Roma.

Nel corso della conferenza stampa di presentazione dell'iniziativa, è stato lanciato l'allarme per il boom di contagi nel Lazio, regione che ha il primato del maggior numero di nuovi casi, circa 600, e vede a rischio la fascia di età compresa tra i 25 e i 29 anni. Il dottor Enrico Girardi, direttore del Dipartimento di Epidemiologia e di Ricerca Preclinica dell'Irccs Spallanzani di Roma, ha sottolineato come "ogni anno, da 10 anni, in Italia si registrino 3.500 - 4.000 nuove diagnosi di infezione da Hiv" e che "circa 6.000 persone non sanno minimamente di essere sieropositivi".

L'iniziativa "Arte&Aids", presentata oggi, coinvolgerà numerosi personaggi dello spettacolo, della moda, della cultura, dell'arte e dello sport, che sono stati invitati a realizzare un'opera da trasformare in uno strumento di raccolta fondi. Tra le 'celebrities' che hanno aderito al progetto ci sono anche Alessandro Preziosi, Patty Pravo, Filippo Magnini, Paolo Sorrentino, Roberto Coin, Orietta Berti, Riccardo Rossi, Ferzan Ozpetek, Nicoletta Romanoff. A tutti i partecipanti è stato consegnato un kit di pittura con cui dare vita a quadri che verranno esposti dall'8 al 14 giugno a Palazzo Doria Pamphilj. E proprio la sera del 14 giugno, nelle sale del palazzo seicentesco nel cuore di Roma, Anlaids Lazio, in occasione del suo 30mo anno di attività, organizzerà l'annuale Charity Gala, curata dal designer Matteo Corvino. Il progetto "Arte&Aids" vedrà anche il coinvolgimento degli studenti dell'Accademia di Belle Arti di Roma.

(segue)