Anm: stupisce posizione Penalisti su vicenda Tribunale Napoli Nord

Red/Cro/Bla

Roma, 21 gen. (askanews) - "Stupisce la posizione dell'Unione delle Camere Penali, espressa nel comunicato del 19 gennaio, con la quale si stigmatizzano i provvedimenti adottati dal Collegio giudicante e dal presidente del Tribunale di Napoli Nord al fine di garantire la sollecita conclusione del dibattimento di un processo di particolare complessità, con imputati detenuti". È quanto sottolinea con una nota la Giunta Esecutiva Centrale dell'Anm a proposito della nota diffusa dall'Ucpi di "pieno ed incondizionato sostegno alle iniziative di protesta indette dalla Camera Penale di Napoli Nord" per l'eccessiva compressione dei tempi del processo in cui sono coinvolti, tra gli altri, Raffaele e Aniello Cesaro, fratelli del senatore di Forza Italia Luigi. Sei avvocati difensori di altrettanti indagati hanno abbandonato il processo per protesta contro la calendarizzazione troppo ravvicinata di 130 testimoni.

L'Unione delle Camere Penali - spiega l'Associazione Nazionale Magistrati- "alimenta una polemica sterile, fondata su presupposti di fatto inesistenti; polemica che arriva a trasmodare in offese indirette a singoli magistrati con accenni infondati e pretestuosi ad aspettative di carriera".

(Segue)