Anma e Unaa: Stati Generali Giustizia Amministrativa, è ora

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 11 ott. (askanews) - Parte da Manduria l'idea degli Stati Generali della Giustizia amministrativa. Nel corso dell'incontro "Ingiustizia amministrativa?", organizzato da Anma e Unaa, le toghe amministrative e gli avvocati amministrativisti hanno lanciato la proposta di intervenire su una giurisdizione fondamentale per la tutela dei diritti del cittadino e delle imprese cogliendo l'occasione offerta dalla fase di rilancio cruciale per il Paese. Tante le sfide sul tavolo che il mondo della politica si è mostrato interessato a raccogliere. "In una stagione di grandi riforme con ingenti risorse in arrivo, è possibile che la giustizia amministrativa resti fuori?". Lo ha dichiarato Gia Serlenga, presidente dell'Associazione Nazionale Magistrati Amministrativi (ANMA).

"Al momento non siamo nell'agenda governativa - prosegue Serlenga - il Pnrr non ha dato grandi risposte, ragiona solo in termini di eliminazione dell'arretrato con strumenti peraltro inadeguati. Occorre guardare alla giurisdizione a 360 gradi. Bisogna uscire dalla logica degli interventi spot, per questo è indispensabile che ci sia una convergenza e che si faccia una riflessione condivisa con le categorie produttive, con i cittadini, con la politica. La giustizia amministrativa tende a funzionare ma risente di un dialogo limitato con la politica. Per questo è indispensabile che una possibile riforma sulla giustizia amministrativa passi attraverso il confronto tra governo e associazioni di categoria".

Il presidente dell'Unaa Mario Sanino ha sottolineato "l'importanza del giudice amministrativo nell'accompagnare lo sviluppo dell'economia" e ha fatto notare come nelle controversie in materia di appalti "l'80% delle cause di annullamento nelle gare siano conseguenza di errori della commissione" e dunque "non si può imputare al giudice amministrativo se naturalmente corregge errori dovuti ad una scarsa preparazione di commissari e funzionari": in un momento storico in cui l'efficacia della spesa è divenuta cruciale è fondamentale affidarsi a "competenze e profili della pubblica amministrazione all'altezza della sfida".

"Si è discusso molto della Riforma del processo civile, penale, cose molto importanti - ha rilevato la vicepresidente del Senato Anna Rossomando - la verità è che non è stata ancora mai affrontata in modo sistemico una riforma della giustizia amministrativa" ed è giunto il momento di elaborare le proposte. Da Manduria dunque l'idea di un nuovo incontro a Roma in vista dell'avvio degli "Stati generali della giustizia Amministrativa".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli