Annullato triangolare calcio a Spoleto in segno lutto 2 agenti uccisi

Bla

Roma, 5 ott. (askanews) - Il triangolare dal titolo "Diamo un calcio all'illegalità", organizzato dall'Ancri allo Stadio Comunale di Spoleto, in cui si sarebbero sfidate le Nazionali di calcio di magistrati, prefetti e insigniti dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana (Ancri) è stato annullato in segno di solidarietà per la morte degli agenti di Polizia Pierluigi Rotta e Matteo Demenego uccisi ieri pomeriggio a Trieste.

Le tre squadre di calcio alle 15.30 si sono schierate regolarmente in campo e la Fanfara della Polizia di Stato ha suonato l'Inno Nazionale. A seguire i tre capitani delle Squadre insieme con il Sottosegretario di Stato al Ministero dell'Interno Carlo Sibilia e il Prefetto di Perugia Claudio Sgaraglia, hanno depositato due mazzi di fiori a centro campo. La Fanfara ha quindi suonato il silenzio e i capitani hanno manifestato l'intenzione di non giocare in segno di solidarietà per la morte dei due Operatori di Polizia.

La manifestazione è stata preceduta da un messaggio di Francesco Ghirelli presidente della Lega Pro e del Sottosegretario e del Prefetto Sgaraglia. Presenti oltre al Presidente Tommaso Bove e Francesco Tagliente dell'ANCRI Prefetti, Magistrati e insigniti al Merito della Repubblica provenienti da varie Regioni.