Anoressia, Univ. Padova: identificate 8 varianti genetiche

Bnz

Padova, 17 lug. (askanews) - L'articolo dal titolo "Genome-wide association study identifies eight risk loci and implicates metabo-psychiatric origins for anorexia nervosa" pubblicato sulla rivista «Nature Genetics» ha identificato otto varianti genetiche significativamente associate all'anoressia nervosa. L'aspetto più interessante di questa nuova ricerca è che dimostra come questa grave malattia abbia non solo un'origine mentale, ma anche metabolica. Lo studio genetico diretto da Cindy Bulik, UNC Center of Excellence for Eating Disorders, e Gerome Breen, King's College London,in collaborazione con molti centri internazionali di ricerca, è firmato anche da Angela Favaro e Maurizio Clementi dell'Università di Padova.

L'anoressia nervosa è una malattia grave che compromette la vita delle persone, caratterizzata da un peso corporeo molto basso, una intensa paura di ingrassare e una mancanza di consapevolezza della gravità del sottopeso. Rappresenta la malattia con la più alta mortalità in psichiatria.

«Finora, la nostra attenzione si era solo focalizzata sugli aspetti psicologici dell'anoressia nervosa come il forte desiderio di magrezza. I nostri risultati - sostiene Cindy Bulik - incoraggiano fortemente di aumentare la ricerca sul ruolo dei fattori metabolici nella comprensione del perché così spesso le persone che soffrono di questa malattia ricadono nel sottopeso anche una volta rinutrite. Il fatto di non aver considerato questi fattori potrebbe essere il motivo per cui la percentuale di guarigione è ancora insoddisfacente».

(Segue)