Anpi: domenica presidio in piazza a Dongo contro adunata fascista

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 30 apr. (askanews) - Un presidio democratico in piazza Giulio Paracchini a Dongo (Como) per protestare contro l'annuale adunata di neofascisti che il 2 maggio commemorano l'esecuzione del Duce e dei suoi gerarchi a Dongo e a Mezzegra, sulla costa nord-occidentale del lago di Como. Lo ha annunciato per le 8.30 di domenica prossima, il segretario provinciale dell'Anpi di Como, Antonio Proietto, spiegando che "noi non ci stiamo a lasciar passare anche questa provocazione, oramai continuano a manifestare in sfregio alla Costituzione e ai valori democratici".

Da anni l'Associazione nazionale partigiani d'Italia protesta contro il raduno di centinaia di persone che si ritrovano per celebrare il fascismo, spesso indossando le divise dell'epoca e ostentandone i simboli. "La libertà di espressione è un sacrosanto diritto, conquistato proprio con il sacrificio di milioni di morti che hanno combattuto per sconfiggere le dittature del nazifascismo: a Dongo e a Mezzegra queste dittature sono celebrate e propagandate nelle pubbliche strade da gruppi organizzati" ha scritto l'Anpi in una nota, sottolineando che "vogliamo che Dongo sia simbolo di una permanente civile resistenza, sia luogo di conoscenza di quelle ultime tragiche giornate che hanno visto la fine della dittatura, la rinascita della democrazia e la nascita della Repubblica, che quei giorni di fine aprile siano celebrati come momento di confronto e di approfondimento della Storia e dei valori della Resistenza, della Costituzione e della democrazia nata con essa".

Con il passare delle ore si moltiplicano le prese di posizione contro la celebrazione fascista da parte di associazioni e collettivi della società civile, oltre che di singoli parlamentari che hanno chiesto al ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese, di impedirne la svolgimento.