‘Antìstasis’, il nuovo album dei Tazenda: «Dal greco all’italiano: la nostra resistenza filosofica»

Anticipato dal singolo ‘La ricerca del tempo perduto’, da venerdì 26 marzo è disponibile ‘Antìstasis’, nuovo album dei Tazenda a nove anni dal precedente disco di inediti della band. “Nel greco classico il termine ‘antìstasis’ significa ‘resistenza’ e noi l’abbiamo trasformato in un’altra lingua con un sapore anche un po’ politico. – esordisce Gino Marielli – Usiamo la parola resistenza con tre puntini di sospensione perché ognuno decide a cosa fare resistenza. Il nostro suggerimento, infatti, non è contro qualcosa, ma è una resistenza intelligente e filosofica: non abbiamo alternative, dobbiamo resistere. Era dal 2021 che non uscivamo con un disco di inediti anche perché ci siamo presi il tempo riequilibrare il nostro sistema dopo l’ingresso di Nicola Nite. Certo, non siamo rimasti con le mani in mano in questi anni ma abbiamo lavorato alcuni singoli tra i quali anche un pezzo con i Modà ma finalmente oggi licenziamo questo disco che per noi è il futuro”. Credits Ufficio Stampa