Antartide, al via spedizione italiana: 250 partecipanti e 45 progetti

red/Rus

Roma, 23 ott. (askanews) - Ha preso il via la 35a spedizione scientifica italiana in Antartide con l'apertura della stazione italiana "Mario Zucchelli" (MZS) sul promontorio di Baia Terra Nova. La campagna estiva durerà 4 mesi e ospiterà 250 partecipanti tra tecnici e ricercatori, italiani e stranieri, a supporto di 45 progetti di ricerca, alcuni presso altre basi antartiche. Quest'anno, per la prima volta, la base chiuderà il 20 marzo, per consentire l'esecuzione di lavori di ristrutturazione dopo la partenza del personale scientifico.

Finanziate dal Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca (MIUR) nell'ambito del Programma Nazionale di Ricerche in Antartide (PNRA), le spedizioni italiane sono gestite dall'ENEA per la pianificazione e l'organizzazione logistica e dal CNR per la programmazione e il coordinamento scientifico.

La base MZS è stata riaperta da un gruppo di 20 persone, composto dal capo spedizione Gianluca Bianchi Fasani, personale logistico specializzato dell'ENEA, addetti alla sala operativa delle Forze Armate, piloti di elicottero, un medico e un cuoco.

Il team è partito da Christchurch (Nuova Zelanda) con un volo diretto alla stazione statunitense di McMurdo e ha raggiunto la stazione italiana a bordo di un altro velivolo più piccolo (un Basler) che ha effettuato due voli atterrando sul ghiaccio di Tethys Bay, accanto a MZS. Oltre a riattivare i servizi dopo la chiusura dello scorso febbraio, questo primo gruppo ha preparato la pista di 3 km sul pack marino, idonea all'atterraggio dei vettori aerei intercontinentali.

Questa spedizione vedrà per la prima volta l'impiego dell'unica nave italiana in grado di operare nelle aree polari, la "Laura Bassi", acquisita dall'Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale di Trieste (OGS), grazie un finanziamento del MIUR, e gestita congiuntamente da CNR, ENEA e OGS. Partita dall'Italia il 21 ottobre, la rompighiaccio "Laura Bassi" arriverà nel porto neozelandese di Lyttelton il prossimo 5 dicembre; nell'ambito della 35a spedizione effettuerà due viaggi di A/R da Lyttelton a Baia Terra Nova e condurrà una campagna oceanografica.(Segue)