In anteprima il video di “This O’ Nasty” della cantautrice Ryah

·1 minuto per la lettura
featured 1537111
featured 1537111

Milano, 10 nov. (askanews) – In anteprima il video di “This O’ Nasty”, il nuovo singolo della cantautrice Ryah, una delle voci più versatili e promettenti del panorama musicale italiano, che con i precedenti brani ha già raggiunto centinaia di migliaia di ascolti sul web.

Scritto dalla stessa Ryah e prodotto da Andrea Piraz, “This O’ Nasty” è un brano viscerale, a tratti cupo e malinconico, che parla del gioco di due amanti. Ryah ha scelto questo titolo in inglese, letto in italiano come “Disonesti”, proprio per raccontare questa storia drammatica come in un film e non a caso sono citate anche alcune delle più famose pellicole come “Eyes wide shut” di Stanley Kubrick, per rafforzare il concetto di enigma sentimentale e “In Time” di Andrew Niccol, che simboleggia la fuga contro il tempo dei due amanti e infine, nello special del brano, è citato anche Shakespeare, ulteriore elemento che porta alla comprensione del finale di questa storia romantica ma pericolosa in cui la verità non viene mai fuori.

“Come in ogni gioco, all’interno di questa relazione che racconto in “This o’ nasty” c’è una regola principale da rispettare ovvero: la relazione si chiude immediatamente nel momento in cui uno dei due si innamora. Entrambi i protagonisti finiscono per innamorarsi, ma nessuno dei due riesce ad ammetterlo, perché mentire è l’unico modo che hanno per continuare a vedersi – racconta Ryah – Questi protagonisti hanno il terrore dell’amore, credono di non saper amare, temono di non essere corrisposti nella stessa maniera e ritrovarsi poi soli, ognuno con i suoi sentimenti appesi. Negando i loro sentimenti, quindi, credono di avere il controllo della situazione, ma in quel momento stanno perdendo e rovinando tutto senza rendersene conto”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli