Antibiotico resistenza, Gibellini: “Più formazione e prevenzione”

featured 1617446
featured 1617446

Roma, 8 giu. (askanews) – “Per combattere la resistenza antimicrobica è necessario promuovere un uso appropriato degli antibiotici come indicato anche dalle linee guida diffuse dal Ministero della Salute. Dobbiamo attuare corrette misure di prevenzione, fino ad arrivare alla ricerca di nuovi antibiotici. I vaccini e i nuovi antibiotici sono strumenti complementari per combattere l’antibiotico resistenza. L’aspetto più importante che ereditiamo dalla pandemia da Covid 19 e che la sanità deve essere considerata come investimento e non come un costo. E per combattere questo fenomeno è necessario rafforzare il rapporto tra pubblico e privato anche attraverso l’individuazione di adeguati incentivi per le poche aziende che investono ancora in R&S in questo campo”. Lo ha detto Monica Gibellini, Associate Director Policy & Government Relations di MSD Salute, durante la puntata odierna di Largo Chigi, il talk di The Watcher Post condotto da Piero Tatafiore.

“Come Msd – ha aggiunto Gibellini – investiamo in ricerca e sviluppo per nuovi soluzioni antibiotiche. Facciamo parte di una task force internazionale che coinvolge 20 aziende per un investimento pari a 1mld di dollari, di cui 100mln sono stati messi proprio da noi, per la ricerca di nuovi prodotti per coloro che risultano antibioticoresistenti”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli