Anticipo d'estate, da prossima settimana temperature fino a 35°C

(Adnkronos) - Il primo caldo estivo sta già investendo l'Italia, ma il peggio (o il meglio, dipende dai punti di vista) deve ancora arrivare. Le temperature, segnala ilmeteo.it, infatti sono attese in ulteriore aumento nel corso della prossima settimana, quando ci sarà una nuova fiammata africana con valori termici ben oltre le medie climatiche di riferimento. Le sorprese non finiscono qui, anzi. Col passare dei giorni potrebbe spuntare una novità, a testimonianza che la Primavera non è ancora finita.

Per capire meglio cosa aspettarci dobbiamo come di consueto allargare il nostro sguardo all'intero scacchiere continentale: ebbene, già entro il weekend l'arrivo dell'anticiclone sub tropicale, simpaticamente denominato "Hannibal" farà salire le temperature fin verso i 30°C specie sulle pianure del Nord.

La nostra attenzione si concentra sull'avvio della prossima settimana quando ci aspettiamo una seconda e più marcata avanzata dell'alta pressione africana.

Da Lunedì 16 maggio dalle coste algerine e tunisine si estenderà un promontorio del più vasto anticiclone sub-sahariano supportato da masse d'aria molto calde e dalle caratteristiche pienamente estive. Di fatto questa particolare configurazione meteo è tipica del mese di Luglio (specie negli ultimi 15/20 anni) con una sorta di blocco anticiclonico in grado di provocare le prolungate ondate di calore.

Questa nuova pulsazione dell'alta pressione di origine subtropicale avrà una conseguenza diretta sulle temperature che si porteranno velocemente al di sopra della media anche di 10°C. Si tratterà di una fase climatica davvero anomala: pensate, in questo periodo dell'anno (metà di Maggio) le temperature massime medie oscillano in genere sui 20/24°C nelle principali città italiane; se questa tendenza dovesse venir confermata, ci aspettiamo punte massime addirittura fin verso i 34/35°C (e localmente anche superiori).

Favorite per questo gran caldo saranno le pianure del Nord e nella fattispecie città come Torino, Milano e Bologna, nonché i settori tirrenici di Toscana e Lazio. A rendere ancora più insopportabile il caldo ci penserà la prima afa di stagione: infatti, le masse d'aria via via più calde in seno all'anticiclone si caricheranno di elevati tassi di umidità nel lungo tragitto sul mar Mediterraneo dal Sahara verso l'Italia; condizione questa ricordiamo di disagio fisico e quindi da non sottovalutare.

Attenzione però, proprio come avviene in Estate non escludiamo la possibilità di temporali che localmente potrebbero risultare anche molto intensi specie nella prima parte di settimana (occhi puntati su Lunedì 16 e Martedì 17) su arco alpino e poi soprattutto tra Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Su questo aspetto potremo essere più precisi nei prossimi giorni, al fine soprattutto di localizzare le zone maggiormente a rischio temporalesco.

Le condizioni meteo si manterranno stabili anche per il resto della settimana; tuttavia, da giovedì 19 maggio correnti d'aria più fresca in discesa dal Nord Europa riusciranno ad insinuarsi sul bordo orientale dell'anticiclone favorendo un marcato calo delle temperature. Se avremo ancora una prevalenza di tempo soleggiato almeno fino al weekend, la novità riguarderà appunto i valori termici che si riporteranno sulle medie di riferimento attese in questo periodo. Insomma, la Primavera non vuole ancora cedere il passo definitivo all'Estate.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli