Antigone: Salvini non dia solidarietà a secondini accusati di tortura -2-

Red/Cro/Bla

Roma, 26 set. (askanews) - "La tortura è un crimine contro l'umanità, sarebbe cosa buona se il Governo, come nel caso Cucchi, si costituisca parte civile in un eventuale processo. Una visita di Salvini senza parole chiare contro la violenza e la tortura potrebbe apparire come una impropria legittimazione", conclude Patrizio Gonnella.

La situazione del carcere di San Gimignano, dove l'osservatorio di Antigone sulle condizioni di detenzione è stato in visita nel mese di aprile, presenta diversi nodi problematici. Innanzitutto il livello di sovraffollamento. Il 31 agosto i detenuti erano 360 per 235 posti regolamentari. Inoltre il regime in vigore al momento della visita era quello delle celle chiuse anche di giorno, un provvedimento che ha comportato l'arrivo da altri istituti di persone con provvedimenti disciplinari, cosa che ha condizionato in negativo il clima detentivo. Infine il mancato collegamento alla rete idrica che, seppure mitigato con l'utilizzo di pozzi sotterranei, rende difficoltoso l'approvvigionamento di acqua durante la stagione estiva.