Antimafia digitale: Marotti (Crop news), 'con rating reputazionale prevenzione e più sicurezza'

webinfo@adnkronos.com

"Il rating reputazionale misura a 360 gradi la reputazione di un individuo o di un'azienda. Si tratta di fornire uno strumento per agire sulla prevenzione, di dare maggiore sicurezza a chiunque abbia intenzione di intavolare una relazione professionale o personale con chiunque altro". Così Eduardo Marotti, presidente Crop news onlus e presidente Apart, a margine del convegno 'Antimafia in digitale: l'approccio innovativo del rating reputazionale' organizzato al Teatro Massimo di Palermo.  

Il sistema, adottato dal periodico online Crop News e il cui algoritmo è stato elaborato da Mevaluate Holding, è articolato in cinque subrating (penale, fiscale, civile, lavoro e studi e formazione) che forniscono una "reputazione documentata" per ogni soggetto o impresa, "mettendo all’angolo - sottolinea Marotti - la web reputation e il 'riciclaggio identitario' a vantaggio della sicurezza delle relazioni, personali e lavorative". "Diamo una mano forte e importante alla pubblica amministrazione, senza alcun costo aggiuntivo - evidenzia - Conoscere il rating reputazionale delle controparti della pubblica amministrazione costa zero euro, sia alle forze di polizia che alle agenzie di sicurezza dello Stato. Si tratta di un patrimonio comune e collettivo fatto per aumentare il livello di sicurezza di tutti noi".  

Con il rating "si trasforma la reputazione da percezione soggettiva priva di valore a un nuovo asset: un dato oggettivo suscettibile di valutazione economica per il solo fatto che sono escluse tutte le chiacchiere, tutti i 'si dice', e si fonda semplicemente solo su documenti".