Antisemitismo, Lucaselli (Fdi): ferita nella nostra coscienza civile

Pol/Vlm

Roma, 24 gen. (askanews) - "L'antisemitismo è un male che non può né deve trovare spazio nella nostra società. Quanto accaduto a Mondovì e Noto rappresenta una ferita inferta nella coscienza civile del nostro Paese, a prescindere dalle appartenenze politiche". Lo dichiara la deputata di Fratelli d'Italia Ylenja Lucaselli a proposito delle scritte antisemite comparse a Mondovì sulla porta della casa in cui abita il figlio di un'ex deportata e a Noto sulle pareti di una sede scout.

"L'orrore che promana da questi gesti deve trovare una reazione doppia e contraria nell'impegno a crescere le nuove generazioni nel solco della libertà e negli insegnamenti della storia. Dobbiamo respingere l'assedio dell'odio religioso e politico che, evidentemente, ancora persiste", conclude.