Antitrust attiva nel contrastare potere giganti del web

Did

Roma, 12 lug. (askanews) - L'antitrust italiana è molto attiva nell'azione di contrasto nei confronti dei giganti del web come Google, Amazon, facebook e Apple per la creazione di nuovi monopoli. E' quanto ha rilevato il presidente dell'Antitrust Giovanni Pitruzzella nella relazione annuale, indicando che verso tali colossi entrano in gioco soprattutto i poteri della Commissione europea a causa della dimensione dei fenomeni presi in considerazione, come nel caso della sanzione inflitta recentemente a Google.

Tuttavia, afferma Pitruzzella, "c'è comunque uno spazio anche per le autorità nazionali". "Numerosi sono i casi aperti dall'Autorità italiana - afferma Pitruzzella - impiegando i suoi poteri di tutela del consumatore contro le pratiche commerciali scorrette, che hanno riguardato quasi tutti i giganti della rete e che, incidendo sul modo in cui devono proporre la loro offerta commerciale, hanno ricadute indirette sulle dinamiche concorrenziali".

Pitruzzella ricorda quindi l'intervento su WhatsApp, il procedimento aperto recentemente, e non ancora concluso, nei confronti di facebook.

C'è poi l'economia dei big data all'e-commerce. L'Antitrust ha cercato di "promuovere questa nuova modalità di consumo che mostra una crescita sensibile e che ha raggiunto nel 2017 un valore complessivo di circa 24 miliardi con un incremento del 17% rispetto al 2016". Anche per questo l'autorità ha "intensificato la propria azione a tutela del consumatoere nelle transazioni online così da favorire lo sviluppo dell'e-commerce che nel nostro paese ancora non raggiunge livelli di diffusione comparabili a quelli dei principali paesi europei.