Antitrust Ue cita timori su pratiche esclusività per assistenti vocali

·1 minuto per la lettura
Bandiere dell'Unione europea davanti alla sede della Commissione Ue a Bruxelles

BRUXELLES (Reuters) - Un'inchiesta di un anno su assistenti vocali come Alexa e Siri e altri dispositivi simili ha portato oltre 200 aziende a esprimere timori di potenziali pratiche anti-concorrenziali.

Lo ha reso noto la Commissione europea, che in passato ha aperto indagini simili in settori come e-commerce, industria farmaceutica, servizi finanziari ed energia, che hanno portato all'apertura di procedimenti contro le aziende e a pesanti multe.

Alexa di Amazon, Siri di Apple e Google Assistant, del gruppo Alphabet, sono tra gli assistenti vocali più popolari al mondo.

"Quando abbiamo lanciato questa inchiesta di settore, eravamo preoccupati che ci potesse essere un rischio di vedere emergere delle aziende in posizione dominante in questo mercato", ha detto in un comunicato la commissaria europeo per la Concorrenza Margrethe Vestager.

"Dai primi risultati pubblicati oggi, sembra che nel settore siano in molti a condividere il nostro timore", ha aggiunto.

L'autorità antitrust europea ha detto che chi ha risposto al sondaggio ha citato timori riguardo certe pratiche di esclusività e di commercializzazione abbinata connesse agli assistenti vocali e alla posizione di intermediari tra utenti e dispositivi smart.

Sempre dal sondaggio emergono perplessità sull'ampio accesso dei fornitori di assistenti vocali e dispositivi smart ad archivi di dati e sulla mancanza di interoperabilità tra dispositivi, con la tecnologia sotto brevetto ad agire come uno standard de facto.

La Commissione sostiene che i risultati dell'inchiesta saranno disponibili per una consultazione pubblica di 12 settimane che finirà l'1 settembre, con un rapporto finale previsto nella prima metà del 2022.

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Milano Sabina Suzzi, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli