Antitrust Ue indagherà su attività pubblicitarie online di Google

·1 minuto per la lettura
Il logo di Google presso La Defense

BRUXELLES (Reuters) - Google, controllata di Alphabet, è di nuovo nel mirino dell'antitrust europeo, che ha avviato un'indagine sulla sua redditizia attività di pubblicità digitale per verificare se favorisce se stessa rispetto a inserzionisti rivali.

Google ha generato 147 miliardi di dollari di entrate dagli annunci online l'anno scorso, più di qualsiasi altra azienda nel mondo. Gli annunci sulle sue proprietà, tra cui search, YouTube e Gmail, hanno rappresentato la maggior parte delle vendite e dei profitti.

Circa il 16% delle ricavi proviene dalla sua attività display o di rete, in cui altre società di media utilizzano la tecnologia di Google per vendere annunci sul proprio sito Web e app.

La Commissione europea ha detto che verificherà se Google manipola la concorrenza limitando l'accesso a terzi ai dati degli utenti per scopi pubblicitari su siti Web e app, riservandosi l'uso di tali dati.

"Siamo preoccupati che Google abbia reso più difficile per i servizi pubblicitari online rivali competere nel cosiddetto 'ad tech stack'", ha dichiarato in una nota il commissario europeo per la concorrenza Margrethe Vestager.

"Analizzeremo anche le politiche di Google sul monitoraggio degli utenti per assicurarci che siano in linea con una concorrenza leale", ha aggiunto.

Google ha affermato che si impegnerà in modo costruttivo con la Commissione.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, alice.schillaci@thomsonreuters.com, +48587696614)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli