Antonella Elia: "Ero immobile, mi uscivano fiumi di lacrime"

·2 minuto per la lettura
antonella elia
antonella elia

La vita di Antonella Elia non è stata semplice. L’infanzia della conduttrice è stata segnata prima dalla prematura morte della madre, poi da quella improvvisa del padre in un incidente stradale. La showgirl ne ha parlato durante la sua partecipazione come concorrente al Grande Fratello Vip.

I ricordi di Antonella Elia

Antonella Elia ha ripercorso la morte del padre: “Erano le vacanze di Pasqua e stavo dai nonni, non ero assolutamente voluta andare a Sanremo con mio papà e con Paola. La sera non sono arrivati… Mi ricordo che ero in treno con nonna, ero immobile e mi uscivano fiumi di lacrime dagli occhi. Mio padre è morto quando avevo 14 anni in un incidente stradale. Lei era in macchina con lui quindi è rimasta shockata perché è stato un incidente terribile. Un tir ha passato il guardrail ed è passato sopra sette/otto macchine. Quella di mio papà era la prima. Non ho fratelli o sorelle, non ho nessuno“.

E aggiunge: “Credo di aver avuto un sesto senso perché papà e mamma insistevano che andassi in vacanza a Pasqua con loro e io continuavo a dire di no. Sono voluta andare a tutti i costi dai nonni e, quando mi hanno accompagnato, mi ricordo l’ultimo sguardo. Io e la nonna stavamo sulla strada e papà e mamma stavano in macchina, mi sono voltata e ho visto mio papà che mi ha guardato e l’ho salutato. Gli ho detto addio. Ricorderò per sempre l’ultimo sguardo che gli ho dato“.

La seconda moglie del padre, Paola, invece, è sopravvissuta: “Quando è morto papà è successo il finimondo, lei me lo ha sempre detto: ‘Tu ce l’hai con me perché sono sopravvissuta a tua padre’. Io non ho mai ammesso questa cosa e nemmeno adesso la ammetto, però è successo il disastro, tutto si è distrutto e ci siamo allontanati irrimediabilmente. Io però non riesco nemmeno ora ad ammettere una cosa del genere“.