Antonio Conte non fa drammi

Brutta sconfitta per l'Inter, che in casa della Lazio va in vantaggio al 44', salvo crollare nel secondo tempo.

Un rigore di Immobile e un destro di precisione di Milinkovic-Savic fanno scendere Conte al terzo posto, a -3 dalla Juventus e a meno due dai rivali di giornata.

Il tecnico salentino però non si scompone commentando così la gara ai microfoni di 'Sky Sport': "Dobbiamo fare un percorso, questi ragazzi devono migliorare per affrontare le situazioni nella giusta maniera anche oggi come a Barcellona e Dortmund abbiamo perso dopo aver avuto in pugno la partita. Ad inizio ripresa sembravamo impauriti, poi c'è stato grandissimo impegno, ma non è bastato. Dobbiamo crescere anche come personalità. Il match è stato sfalsato da due gol evitabilissimi che hanno segnato una partita in cui non ho visto una squadra superiore all’altra".

Conte non vuole comunque abdicare in tema scudetto: "Comunque non ci fasciamo la testa, è stata una buona prestazione in una partita equilibrata. Dobbiamo lavorare e credere in quello che facciamo. Se vogliamo dare un po' fastidio in vetta, essere arrivati in questa maniera ad uno scontro diretto deve renderci orgogliosi, ma al tempo stesso dobbiamo capire che c'è strada da fare".