Antonio D'Amato e Nino Di Matteo eletti consiglieri del Csm -2-

Bla

Roma, 9 ott. (askanews) - D'Amato, procuratore Aggiunto della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, ha ottenuto 1.460 preferenze, mentre Di Matteo, sostituto procuratore presso la Direzione Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, si è attestato su 1.184 voti.

Le elezioni, con 16 candidati in lizza, sono state indette dopo il terremoto che ha colpito Palazzo dei Marescialli, con l'inchiesta di Perugia sul tentativo di condizionamento delle nomine dei vertici di alcuni degli uffici giudiziari più importanti d'Italia, che ha spinto cinque consiglieri in carica a dare le dimissioni.