Antonio Marotta morto ad Agropoli, l’autopsia: “Ipotesi malore dopo una lite”

Antonio Marotta
Antonio Marotta

Antonio Marotta, l’uomo di 55 anni trovato morto in spiaggia ad Agropoli, sarebbe morto per un malore accusato dopo una lite: è quanto suggeriscono i risultati dell’autopsia effettuata sul suo corpo che escludono così l’ipotesi di omicidio.

Antonio Marotta morto per un malore

In un primo momento si era infatti pensato che l’uomo, rinvenuto completamente nudo sulla battigia (i suoi vestiti e la sua stampella si trovavano su un muretto poco distante), fosse stato ucciso. Questo perché sul suo corpo erano presenti ematomi riconducibili ad una colluttazione, che però il medico legale ha giudicato non così gravi da causarne la morte.

I dettagli approfonditi dell’esame autoptico saranno resi noti nelle prossime settimane, ma i primi risultati hanno comunque indotto la Procura della Repubblica di Vallo della Lucania, che aveva aperto un fascicolo contro ignoti, a dissequestrare la salma per consegnarla ai familiari. Gli investigatori vogliono però vederci chiaro e, in attesa degli esami medici completi, continueranno ad ascoltare testimoni e familiari.

Antonio Marotta morto per un malore: indagini ancora in corso

Al vaglio c’è in particolare la violenta discussione che Antonio avrebbe avuto la sera prima del decesso con un familiare. Acquisite dai militari anche le immagini di alcune telecamere di sicurezza installate sul lungomare, da cui si spera di ricavare elementi utili a fare chiarezza sul caso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli