Antonio Megalizzi, laurea ad honorem per il reporter ucciso a Strasburgo: presente anche Mattarella

·1 minuto per la lettura
Antonio Megalizzi laurea honorem
Antonio Megalizzi laurea honorem

L’Università di Trento ha conferito ad Antonio Megalizzi, il reporter rimasto ucciso durante l’attentato di Strasburgo dell’11 dicembre 2018, la laurea ad honorem in European and International Studies. Alla cerimonia ha preso parte anche il Capo dello Stato Sergio Mattarella.

Antonio Megalizzi: laurea ad honorem

All’epoca dei fatti il giovane si trovava nella città francese per inseguire il sogno del giornalismo lavorando per l’emittente radio Europhonica. Il giorno dell’attentato stava passeggiando con due amiche al mercatino di Natale quando, colpito alla testa dall’assalitore, è rimasto ferito mortalmente e per lui non c’è stato nulla da fare.

Antonio Megalizzi, laurea ad honorem: le parole di Mattarella

Intervenuto durante la cerimonia a Palazzo Prodi, sede della Scuola di Studi internazionali frequentata da Antonio, Mattarella ha ricordato che “quella dimostrata dal giovane non era semplice curiosità ma desiderio e attitudine di comprendere e far comprendere l’importanza dello spirito critico e del confronto di opinioni“.

Al pari di tanti suoi coetanei, ha continuato, ha rappresentato il simbolo di un’Europa vicina ai cittadini, solidale, autorevole e che cresce grazie al dialogo e al confronto: due aspetti che stanno alla base della buona politica e costituiscono la colonna portante di ogni sistema democratico.

David Sassoli, presidente del Parlamento europeo, ha aggiunto che “i diritti di ogni persona sono diritti di tutti e Antonio ci avrebbe aiutato a parlare di ciò ai giovani e a trasmettere il messaggio che lo stile di vita europeo è ammirato nel mondo“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli